Uno virgola ventuno gigawatt

Se non odio affatto i paradossi temporali, anzi li amo, il merito va in gran parte a lui, al primo glorioso Ritorno al Futuro. Cos’altro dire che non sia già risaputo riguardo a esso e ai suoi due sequel non saprei, a parte il fatto che per me sono sacri come possono esserlo la mamma, la nutella e la pizza margherita. Il primo è la storia di un confronto generazionale, di un passato che visto dagli occhi di un adolescente appare come la traslazione in una cornice d’epoca di tutto ciò che egli conosce, è la (ri)scoperta di un lato nascosto e insospettato della sua famiglia. Soprattutto però è un inno al nerdismo totale degli Eighties quanto dei Fifties e un’avventura sci-fi solida come roccia straordinariamente coerente entro le regole che stabilisce. Che icona pop pazzesca… il flusso canalizzatore, la DeLorean del tempo, le ottantotto miglia orarie: tutto di quel film è diventato di culto, ogni singola frase e ogni singola invenzione. Fa una certa impressione, devo ammetterlo, veder parlare estesamente altri di una cosa che da ragazzina pensavi di conoscere solo tu, perché eri abituata a ritrovarti con gente che al massimo sformava davanti ai telefilm con gli sfighi. Così come fa impressione reperire informazioni insospettate da Wikipedia e sentirsi parte di un culto che dentro di sé è nato più o meno all’uscita dei film. Io adoro i paradossi temporali, adoro il Doc Brown, adoro Marty McFly, adoro il flusso che flussa. Potrei rivederle Back to the Future altre cento volte senza stancarmi.

P.S. che dimostra l’intelligenza di Zemeckis e Bob Gale:

Q: Is there going to be a Back to the Future™ Part IV?
A: We have no plans or desires to make a Back to the Future Part IV. We think we’ve taken Doc and Marty through an odyssey that’s rounded them both out as complete characters and which also suggests they’ll both have fine futures; we’ve developed and executed almost every time travel idea that’s ever interested us, and we feel that another Back to the Future would only get stale and hackneyed. After five years, the filmmakers and the cast are all ready to try other things, and we prefer to end the series on a high note! We don’t have any plans for a Back to the Future Part IV. That’s not to say that there will never be one, but at the moment we don’t have plans for it and we’re not thinking about doing one.
[traduzione:
Ci sarà un Ritorno al Futuro Parte IV?
Non abbiamo il progetto né il desiderio di realizzare un Ritorno al Futuro Parte IV. Pensiamo di aver fatto vivere a Doc e Marty un’odissea che li ha resi dei personaggi a tutto tondo e che ha anche dato a intendere che avranno un avvenire radioso; abbiamo sviluppato e concretizzato praticamente ogni singola idea di viaggio nel tempo che ci interessava, e sentiamo che un altro Ritorno al Futuro sembrerebbe solo banale e stantio. Dopo questi cinque anni, lo staff e gli attori sono pronti a provare qualcosa di nuovo, e noi preferiamo concludere la serie mentre è ancora al suo meglio. Dunque non abbiamo progetti per un Ritorno al Futuro IV. Non vuol dire che non ce ne sarà mai uno, ma al momento non pensiamo di farlo.]

Da questa FAQ sulla serie di Ritorno al Futuro, lettura consigliata contenente le risposte degli autori alle domande che molti avrebbero sempre voluto porre e ad alcuni punti oscuri o di dubbio, inclusi i famigerati OMG tiem paradox! di cui parlavo prima.

Annunci

3 Responses to “Uno virgola ventuno gigawatt”


  1. 1 utente anonimo 9 giugno 2008 alle 11:20

    io adoro questa trilogia *_*

  2. 2 utente anonimo 9 giugno 2008 alle 12:29

    Beh… BTTF2 è il mio ‘primo’ film insieme a Indy Crusade, ii primi che hanno acceso la fiamma, diciamo :).

    Film praticamente perfetti dal punto di vista dell’entertainment, come a confermare che produzioni commerciali possano anche essere intelligenti.
    Doc è fantastico, è Marty/MJF è il fratello che non abbiamo mai avuto 🙂 . Come si fa a non amarli?

    Illuminanti le FAQ (però la storia della benzina non mi mica convinto, eheh). Ma sì, in fondo è bello pensare che i nostri eroi siano da qualche parte là fuori a costruirsi il proprio futuro, però non saprei mai dire di no a un sequel, sia chiaro. 😉

    A proposito… http://www.youtube.com/watch?v=jbjE1l3FEsI . LOL.

    Gnupick

  3. 3 ShariRVek 9 giugno 2008 alle 15:44

    Ma LOL al filmato 😄


Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




In ottemperanza al provvedimento emanato, in data 8 maggio 2014, dal garante per la protezione dei dati personali, si informano i visitatori che questo sito utilizza i cookie per effettuare statistiche del numero di visite in via del tutto anonima. Proseguendo con navigazione si presta consenso all'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni si prega di consultare le politiche sulla privacy di Automattic.

Achtung spoiler

Sono stata avvertita dal Comitato Contro lo Spoiler Selvaggio che, se non avessi inserito questo avviso, dei ninja in tutù avrebbero visitato la mia cameretta per squartarmi con una lama da polso alla Altaïr. Ricordate dunque che, se temete spoiler, dovete stare molto attenti a leggere in depth o riflessioni personali sui miei giochi preferiti, in quanto qua e là rivelo cose importanti sulla loro storia. Se non avete giocato i titoli in questione, be very careful.

Last Game Pro issue

In progress

Gioco a:
Layton Kyoju Vs. Gyakuten Saiban (3DS), L.A. Noire (PS3)

Leggo:
Il seggio vacante, Le cronache del ghiaccio e del fuoco, Il manga

Guardo:
Recuperi cinefili vari (ultimo visto: Ralph Spaccatutto), L'ispettore Coliandro

Now Tweeting


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: