Game Pro 16

Whew! Devo ammetterlo, che la rivista sia tornata mensile dopo la semi pausa estiva mi rende felice ma mi coglie impreparata, dopo tre mesi passati a vedere tristemente due numeri esposti in edicola per periodi di tempo improbi. Sono orgoglioNa di Game Pro 16, non solo per la copertina nostrana (a cui tra l’altro preferisco il retro, decisamente più Inquietorama©), ma perché è stato praticamente realizzato in rush perpetuo dal primo giorno fino alla consegna. *Si asciuga il sudore* E anche i contenuti, di nuovo, sono sugosi. Abituatevi, abituatevi pure! :3

Speciali
Orrore Nero (intervista a Masachika Kawata, producer di Resident Evil 5)
Il trionfo della vita (speciale su Spore a tu per tu con Will Wright)
Nintendon’t (perché Nintendo lascia scontenti i suoi fan più affezionati? In coda: sguardo su Animal Crossing City Folk assieme al creatore della serie Katsuya Eguchi)
Al di là del bene e del male (Fable II raccontato dai vertici di Lionhead)
La battaglia della Midway (intervista a Pietro Vago, figura storica del publishing italiano, sul sodalizio con Midway)
Il paradiso ritrovato (FunSpot, la più grande sala giochi al mondo)

Anteprime
Fallout 3
Venetica
Command & Conquer: Red Alert 3
Race Pro
The Godfather II
MotorStorm Pacific Rift
Captain Rainbow
Tomb Raider Underworld
Multiwinia: Survival of the Flattest
Gridrunner +++

Recensioni
Spore
Street Fighter IV
Fatal Frame: Mask of the Lunar Eclipse
Crysis Warhead
Mercenaries 2: Inferno di fuoco
Brothers in Arms: Hell’s Highway
De Blob
Wario Land: The Shake Dimension
PixelJunk Eden
Geometry Wars: Retro Evolved 2
Stalker: Clear Sky
Infinite Undiscovery
Star Wars: Il potere della Forza
Too Human
Dragon Quest IV: Le cronache dei Prescelti
The Witcher: Enhanced Edition
Rhythm Tengoku Gold
Civilization Revolution (DS)

Time Extend
Pikmin

The Making of…
NARC

Annunci

5 Responses to “Game Pro 16”


  1. 1 ViewtifulMee 19 ottobre 2008 alle 17:57

    in effetti a vederla in edicola la mia reazione prima è stata qualcosa del tipo “già? ma era uscita l’altroieri!!”
    oh, beh, tanto meglio…:)

  2. 2 lainhtp 19 ottobre 2008 alle 19:55

    Colgo estrema saggezza videoludica leggento i tuoi bellissimi post.
    Quindi le domande:

    – Che ne pensi del ritardo di Little Big Planet? Mamma Sony non poteva pensarci prima?
    – Che ne pensi di Resident Evil 5? La mia paura è che si discosti troppo dai primi capitoli (vedi il 4, molto bello comunque) diventando troppo shooter e poco horror
    – Che ne pensi del nuovo Silent Hill? Lo stiamo giocando su PS3, e devo dire che a parte il raccapriccio per la povera veste grafica il gioco in sè mi sta appassionando molto. Belli gli scontri, buone le telecamere, sempre ottimi effetti sonori e musiche. Insomma io pensavo peggio…

  3. 3 ShariRVek 20 ottobre 2008 alle 09:09

    Azz, a parte che ti ringrazio molto per i complimenti, mi hai colta proprio su tre giochi che, ecco… XD

    – Purtroppo non seguo molto la questione LBP (primariamente perché non sono io quella che in redazione lo attende con la bava alla bocca), ma io credo che non si sia mai abbastanza cauti, purtroppo, con chi si sente particolarmente suscettibile su certi temi. La mia opinione è che l’aver rilasciato la versione beta di LBP sia stata in un certo senso la sua “rovina” sul fronte della puntualità effettiva, perché si è permesso a chi pensava di doversi lamentare di qualcosa di accedere in anteprima al materiale costitutivo del gioco. Vedi quanto è accaduto con Ocarina of Time: la prima partita di cartucce dorate conteneva una musica con una litania il cui uso fu ritenuto offensivo dalla comunità islamica, e che venne quindi rimossa (sbagliando, a parer mio, come nel caso di Sony) da tutte le stampate successive. Ma non mi lascerò attirare verso l’esternazione sincera dei miei pensieri in materia, oh no. Potrei diventare volgaVe.

    – Ti dirò, l’atmosfera di Resident Evil mi aveva fatto innamorare ai tempi in cui lo conobbi, con il secondo capitolo su N64, ma già da parecchio tempo non lo seguivo più con attenzione, specie per via di un capitolo 0 assolutamente non conforme alle mie aspettative. Sono stata contenta dei cambiamenti intercorsi in RE4 e il gioco mi è piaciuto molto, anche se non tanto da andarci in fissa totale. Per quanto riguarda RE5, credo sia una buona cosa procedere per la strada tracciata dal quarto episodio, anche perché le meccaniche dei vecchi capitoli sono talmente consunte che a parer mio sarebbe impossibile persino fisicamente tornarci. Parlando da un punto di vista spudoratamente parziale e personale, comunque, a me non piace l’ambientazione né il protagonista. Viva Leon, abbasso Chris sempre :3

    – Di Silent Hill Homecoming ho provato il codice preview ormai parecchi mesi or sono, e la mia opinione (negativa) era condivisa da chi ha redatto il pezzo su Game Pro 15. Quello che penso, almeno dell’inizio, è che sia stanco, logoro, che le trovate per far paura non siano state sfruttate con consapevolezza e che quindi non riesca a creare quell’angoscia che col secondo capitolo mi accompagnava ad ogni angolo. Ma non so se proseguendo cambi, quindi non posso darti un parere esaustivo ed affidabile. Non essendo poi una cultrice della serie, il mio pensiero potrebbe non essere condivisibile…

    Spero continuerai ad avere una buona opinione dei miei post dopo questo pastrocchio XD

  4. 4 lainhtp 20 ottobre 2008 alle 22:56

    I tuoi post sono perfetti!

    Silent Hill: magari ciò che viene considerato “stanco e logoro” è motivo di piacere nel constatare che fanno ancora giochi così. Nel senso: sono molti i giocatori che chiedono videogames “come il primo resident evil dove c’era il combattimento ma poi devo trovare anche la pietra da mettere nell’incavo sennò non si apre la nicchia per prendere la chiave per aprire quella porta”, non so se mi spiego…
    Io come loro ho ritrovato in questo Homecoming quell’atmosfera, di gioco vecchio sì, ma bello proprio per quello.
    Che poi non faccia più paura nemmeno ai sassi è un altro discorso!

  5. 5 ShariRVek 21 ottobre 2008 alle 08:53

    Sì, capisco cosa intendi 🙂
    Forse è proprio non essendo mai stata una seguace della serie che non riesco a trovare quel che dici… ho trovato le tecniche psicologiche impiegate in Silent Hill 2 sofisticatissime e perfette, viceversa non ho riscontrato altrettanta accortezza e studiatezza nei primi momenti di Homecoming, ecco tutto.


Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




In ottemperanza al provvedimento emanato, in data 8 maggio 2014, dal garante per la protezione dei dati personali, si informano i visitatori che questo sito utilizza i cookie per effettuare statistiche del numero di visite in via del tutto anonima. Proseguendo con navigazione si presta consenso all'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni si prega di consultare le politiche sulla privacy di Automattic.

Achtung spoiler

Sono stata avvertita dal Comitato Contro lo Spoiler Selvaggio che, se non avessi inserito questo avviso, dei ninja in tutù avrebbero visitato la mia cameretta per squartarmi con una lama da polso alla Altaïr. Ricordate dunque che, se temete spoiler, dovete stare molto attenti a leggere in depth o riflessioni personali sui miei giochi preferiti, in quanto qua e là rivelo cose importanti sulla loro storia. Se non avete giocato i titoli in questione, be very careful.

Last Game Pro issue

In progress

Gioco a:
Layton Kyoju Vs. Gyakuten Saiban (3DS), L.A. Noire (PS3)

Leggo:
Il seggio vacante, Le cronache del ghiaccio e del fuoco, Il manga

Guardo:
Recuperi cinefili vari (ultimo visto: Ralph Spaccatutto), L'ispettore Coliandro

Now Tweeting


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: