Gente molto brava: Ayami Kojima

Da Creative Uncut:

Ayami Kojima è un’artista in risalto non solo per via del suo acclamato contributo alla serie videoludica di Castlevania, ma anche per il fatto di essere un’autodidatta. Kojima ha sviluppato una serie di tecniche d’illustrazione personali che hanno definito il suo stile unico e che in alcuni casi sono apparse in libri giapponesi di tecnica del disegno quali i volumi della collana Color Kingdom e della rivista Comickers, che esibisce e spiega le tecniche utilizzate da artisti autoctoni e occidentali.

I primi lavori artistici di Kojima sono stati le copertine di alcuni romanzi e occasionalmente illustrazioni in bianco e nero per le pagine interne. Alle spalle ha una lunga storia d’illustratrice antecedente alla sua esperienza col design concettuale e visivo nel campo dei videogiochi e che include le serie di romanzi Majin, Cluster Saga e Nobunaga’s Ambition. Kojima è stata per lungo tempo una fan degli shonen manga, nonostante il loro orientamento preponderante verso il pubblico maschile. La affascinano anche i film dell’orrore e la chirurgia, entrambe probabili ispirazioni per le sue raffigurazioni cupe e spesso raccapriccianti.

Il principio del rapporto con Castlevania è avvenuto con Symphony of the Night, uscito su PlayStation nel 1997. I fan della serie s’innamorarono all’istante della sua opera sancendo così il suo ritorno come disegnatrice dei personaggi per Castlevania Chronicles, remake del titolo del 1993 per Sharp X68000 originariamente pubblicato solo in Giappone. A Kojima furono poi commissionati e Harmony of Dissonance e Aria of Sorrow su Game Boy Advance e ancora Lament of Innocence e Curse of Darkness su PlayStation 2 (e Xbox nel secondo caso). [L’ultimo lavoro eseguito per la serie in questa posizione è quello su The Dracula X Chronicles, uscito su PSP – Nota mia].

Ecco come lavora una Veramente Brava ™. Si tratta, ovviamente, di un beato eufemismo.

Nelle sue illustrazioni, Kojima utilizza molti materiali tradizionali. La serie di tecniche personali che spesso applica disegnando parte da uno schizzo eseguito con pastelli Conté Crayon, cui poi vengono aggiunte le ombreggiature con l’uso di altro Conté e d’inchiostro indiano. L’effetto di profondità e la resa delle superfici vengono spesso aggiunti, di solito sullo sfondo, spandendo pasta modellante con una spatola. I colori di base vengono inseriti usando acrilici diluiti e le zone più scure vengono sfumate utilizzando le dita. L’illustrazione viene poi completata con finiture e particolari disegnati con vernice metallica, e resa più brillante con una mano di vernice trasparente a effetto lucido”.

Ogni altro commento è superfluo.

Se qualcuno si chiedesse ancora se gli artwork dei videogiochi siano arte o meno, beh…

Annunci

5 Responses to “Gente molto brava: Ayami Kojima”


  1. 1 Synkron 21 luglio 2010 alle 22:40

    Non ho ancora capito per quale motivo il Judgment sia stato affidato a Takeshi Obata. Spero che lei torni nel prossimo capitolo ):

  2. 3 utente anonimo 23 luglio 2010 alle 00:37

    Non potevo lasciare un feedback per la mia disegnatrice preferita!ho tutti i suoi disegni sul pc e sto meditando di prendere un album cartaceo da tempo-Wanick-

  3. 4 Misurino 25 luglio 2010 alle 02:48

    Apperrò..! Direi più che brava la signorina!

  4. 5 Alcarion 11 febbraio 2011 alle 03:02

    oh…le illustrazioni di symphony of the night…che meraviglia


Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




In ottemperanza al provvedimento emanato, in data 8 maggio 2014, dal garante per la protezione dei dati personali, si informano i visitatori che questo sito utilizza i cookie per effettuare statistiche del numero di visite in via del tutto anonima. Proseguendo con navigazione si presta consenso all'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni si prega di consultare le politiche sulla privacy di Automattic.

Achtung spoiler

Sono stata avvertita dal Comitato Contro lo Spoiler Selvaggio che, se non avessi inserito questo avviso, dei ninja in tutù avrebbero visitato la mia cameretta per squartarmi con una lama da polso alla Altaïr. Ricordate dunque che, se temete spoiler, dovete stare molto attenti a leggere in depth o riflessioni personali sui miei giochi preferiti, in quanto qua e là rivelo cose importanti sulla loro storia. Se non avete giocato i titoli in questione, be very careful.

Last Game Pro issue

In progress

Gioco a:
Layton Kyoju Vs. Gyakuten Saiban (3DS), L.A. Noire (PS3)

Leggo:
Il seggio vacante, Le cronache del ghiaccio e del fuoco, Il manga

Guardo:
Recuperi cinefili vari (ultimo visto: Ralph Spaccatutto), L'ispettore Coliandro

Now Tweeting

Errore: Twitter non ha risposto. Aspetta qualche minuto e aggiorna la pagina.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: