[Realtà 2 fantasia 0] Consigli per la lettura: Tornatràs

Un gioiellino di Bianca Pitzorno, fra le più famose e abili autrici italiane di letteratura per ragazzi di tutte le età (nonché indubbiamente mio mito d’infanzia e non solo), che resta una delle sue opere meno conosciute e reperibili per motivi che non tarderanno a diventare chiari. Perfettamente in linea col resto della sua produzione per il forte messaggio sociale che lancia, il costante impegno a contrastare il piattume culturale e intellettuale cui il suo giovane pubblico viene da più parti esposto, la cura posta nell’intreccio e la profondità della caratterizzazione dei personaggi, eppure allo stesso tempo atipico per il forte ed evidente riferimento alla realtà nostrana (pur se pesantemente romanzata) e a certi personaggi che ne caratterizzano in modo nefasto l’attualità.

Colomba, undici anni compiuti all’inizio della storia, vive a Genova col fratello minore e una madre mai ripresasi dalla morte del marito, che trascorre le giornate vegetando di fronte allo schermo televisivo e si lascia assorbire dalle vite fasulle e dai sentimenti preconfezionati che servono a plasmare e ricondurre gli individui ad aspettative e bisogni omologati. Mai avrebbe pensato la protagonista, in quelle prime pagine, che un’improbabile eredità fosse sul punto di trascinare quel che resta della sua famiglia a Milano, in una palazzina abitata da un eterogeneo e multietnico coacervo di personaggi in perenne lotta proprio con chi tenta d’instillare nella popolazione l’intolleranza e il razzismo per i propri biechi fini. Pagina dopo pagina si viene trascinati in un vortice inarrestabile di avvenimenti, di scene di vita quotidiana e di caratterizzazioni adorabili, come se si entrasse noi stessi in quella famiglia allargata che abita l’Ostinata Dimora. Colomba, la madre e il fratello rischieranno di diventare strumenti di propaganda elettorale nelle mani di loschi e untuosi figuri che è fin troppo facile ricollegare a volti noti, dotati di eloquenza televisiva e di una grande capacità di arringare le masse manovrandole dopo averne imbastito a puntino i gusti e le priorità. Alla fine l’incantesimo sarà rotto e i nostri eroi risveglieranno tutti dal sonno della ragione grazie a uno scandalo non pianificato ad arte, ma chiamato su di sé da quegli stessi che cercavano di nasconderlo con ogni mezzo messo a disposizione del loro immeritato potere.

Tornatràs mi è tornato alla mente proprio ieri, leggendo delle ultime prodezze in atto (sarà un caso?) a Milano. Le strategie messe in campo oggi, nel nostro quotidiano, ricordano in modo inquietante quelle che fino a ieri potevo con tutta tranquillità considerare invenzioni ed esagerazioni nate dalla penna di una scrittrice brillante che caricaturizzava la realtà per metterne a nudo il ridicolo; possiamo invece considerarla non solo profetica, ma anche abilissima proprio nell’elaborare persino i personaggi ispirati a figure esistenti, anticipandone le mosse finanche più assurde. La realtà sta davvero superando la fantasia, e spero lo farà fino in fondo.

Da trovare, acquistare e leggere tutto d’un fiato, non solo per il piacere immenso di farlo, ma anche per rendersi conto che qualcuno aveva già capito tutto non pochi anni fa e stava tentando di metterci in guardia.

Annunci

6 Responses to “[Realtà 2 fantasia 0] Consigli per la lettura: Tornatràs”


  1. 1 utente anonimo 22 maggio 2011 alle 20:26

    La realtà sta davvero superando la fantasia, e spero lo farà fino in fondo.

    Applause.

    crim

  2. 2 utente anonimo 23 maggio 2011 alle 10:27

    …e se tutto si stesse verificando per lo spunto avuto da una simile lettura???? (skerzo!… col k, si: e allora?)
    Mi pare strano che un prodotto che mette in moto il cervello sia edito sotto Mondadori. Non faceva parte della combriccola che tenta di appiattire l'encefalogramma della popolazione????

    Black75

  3. 3 utente anonimo 24 maggio 2011 alle 15:57

    Interessante (e buono e giusto, da quel che sembra) il contrattacco subliminale per l'infanzia dell'autrice.

    Anche Mondadori ha le sue (in questo caso non disprezzabili) contraddizioni, Black. XP

    Skull Kid

  4. 4 Ciclofrenia 25 maggio 2011 alle 08:55

    Lo terrò presente, quando avrò un figlio.
    Spero presto, cacchio.

  5. 5 utente anonimo 27 maggio 2011 alle 07:52

    cacchio…. è la prima volta in effetti che mi imbatto in una contraddizione apprezzabile! 😛

  6. 6 utente anonimo 27 maggio 2011 alle 12:53

    In teoria non hai tutti i torti e in media ti darei ragione, ma in fin dei conti per me dipende dai casi… qualche eccezione c'è sempre. 😉 
    D'altronde una contraddizione può avere natura e connotati molto vari e l'ipocrisia (magari disprezzabile ma non sempre allo stesso modo e nella stessa misura… in fin dei conti è un difetto umano riscontrabile praticamente in tutti) è una possibilità delle tante.

    Riguardo a Mondadori (che comunque son lungi dal difendere) un altro esempio lampante è Saviano.

    Skull Kid


Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




In ottemperanza al provvedimento emanato, in data 8 maggio 2014, dal garante per la protezione dei dati personali, si informano i visitatori che questo sito utilizza i cookie per effettuare statistiche del numero di visite in via del tutto anonima. Proseguendo con navigazione si presta consenso all'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni si prega di consultare le politiche sulla privacy di Automattic.

Achtung spoiler

Sono stata avvertita dal Comitato Contro lo Spoiler Selvaggio che, se non avessi inserito questo avviso, dei ninja in tutù avrebbero visitato la mia cameretta per squartarmi con una lama da polso alla Altaïr. Ricordate dunque che, se temete spoiler, dovete stare molto attenti a leggere in depth o riflessioni personali sui miei giochi preferiti, in quanto qua e là rivelo cose importanti sulla loro storia. Se non avete giocato i titoli in questione, be very careful.

Last Game Pro issue

In progress

Gioco a:
Layton Kyoju Vs. Gyakuten Saiban (3DS), L.A. Noire (PS3)

Leggo:
Il seggio vacante, Le cronache del ghiaccio e del fuoco, Il manga

Guardo:
Recuperi cinefili vari (ultimo visto: Ralph Spaccatutto), L'ispettore Coliandro

Now Tweeting


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: